Strano questo 2020, ma se la vediamo da un punto di vista altro, il tempo non esiste e quindi neanche il 2020. 

Sarebbe bello essere così saggi, ma noi siamo semplici esseri umani e non grandi maestri e quindi abbiamo bisogno di strumenti concreti che ci possano aiutare in questi momenti così carichi di tutto: emozioni, sentimenti e difficoltà pratiche.

Per fine anno vi volevo passare una pratica semplice che vi può essere di aiuto per lasciare andare e purificarvi su più livelli.

Trovate il vostro luogo magico, che può essere anche un angolino della stanza, ma che avrete cura di consacrare a voi, al vostro benessere.

Basta un cuscino a terra, una sedia, insomma…una piccola cosa.  Procuratevi una candela che, accesa, abbia la fiamma al livello degli occhi. Potete usare un cero di quelli alti o una normale candela appoggiata su un tavolino. Mi raccomando, che sia stabile, per non dare modo al 2020 di farvi altri scherzi.

Poi prendete la decisone di staccare cellulari, computer e ogni interferenza esterna. 

Prendete una posizione comoda, se sentite la necessità di appoggiarvi allo schienale della sedia o ad una parte, fatelo. L’importante è mantenere la schiena diritta ed allineata colonna collo capo.

  • Iniziate a chiudere gli occhi e e a seguire il vostro respiro: l’aria che entra, l’aria che esce. Se riuscite contate 10 movimenti in entrata (inspiro) 10 movimenti in uscita (espiro).
  • Una volta che avete ritrovato una certa calma, portate le vostre mani sugli occhi, le dita devono essere appoggiate alla fronte e non dovete spingere troppo, tutto deve essere delicato. Rimanete con le mani sugli occhi per 10 respiri, cercando di focalizzarvi sui piccoli bagliori che che vedrete.
  • Poi aprite gli occhi sulla candela, che avrete acceso prima, e focalizzate lo sguardo sulla fiammelle per  dieci respiri, quindi richiudete gli occhi e rimanete presenti alla luce che la fiammella avrà portato davanti al vostro sguardo.
  • Ripetete la pratica per tre volte. E l’ultima volta rimanete ad occhi chiusi quanto desiderate. L’esperienza dovrebbe portavi al rilascio delle tensioni accumulate al livello del segmento oculare e a purificarla. 

È una pratica della tradizione dello Hata yoga il suo nome è TRATAKA.

Se poi volete aiutarvi a rilasciare ancora di più potete prendere una miscela  di fiori di Bach per purificare, lasciare andare, adattarvi al nuovo periodo e ritrovare una prospettiva:

Honeysukle, Crab Apple, Mimulus, Walnut e Wild Oat.

Li potete fare preparare in erboristeria e poi assumerne due gocce  6/8 volte al giorno.

E allora ciao ciao 2020 e ben arrivato 2021, però non farci scherzi che per noi gli anni esistono!